Lifestyle

Alimentazione in gravidanza e post parto – pt. 1

novembre 23, 2017

Alimentazione in gravidanza e post parto, ecco il post che molte di voi aspettavano!

In questa prima parte voglio raccontarvi la mia personale esperienza, che alimentazione ho seguito in gravidanza, come è cambiata dopo il parto ed un bilancio a sei mesi dalla nascita di Océan.

Successivamente, la Dietista Verdiana Ramina, che molte di voi conosceranno come @Verdy75 su Instagram, risponderà alle vostre domande in fatto di alimentazione durante e dopo la gravidanza.

La mia esperienza

Non è un segreto, ve l’ho già raccontato varie volte, io durante la gravidanza ho preso troppo peso, ma davvero troppo per la mia costituzione.
Ma andiamo per gradi…
Già prima della gravidanza partivo da un peso che non era il mio peso ideale, infatti, a causa di prolungate cure ormonali la ritenzione idrica la faceva da padrone ed io in un anno ho visto il mio corpo cambiare, niente di irrecuperabile, intendiamoci, solo che per una come me abituata a pesare si e no 50kg vedere l’ago della bilancia sfiorare i 60 non era molto piacevole.
Durante queste cure ormonali sono rimasta incinta e nei nove mesi di gestazione il mio peso è aumentato considerevolmente per molti fattori, ma in primis è aumentato perché io non ho saputo darmi un freno!
La mia gravidanza è stata abbastanza tranquilla, mai una nausea tanto per cominciare…e questo per me si è tradotto in: che fortuna, posso mangiare quello che voglio. Non che avessi preferito vomitare per tre mesi però, molto probabilmente, avere un po’ di nausea mi avrebbe aiutata a non mangiare così tanto 😛
Ne primi 3/4 mesi di gestazione avevo già preso più di 6kg e nonostante i richiami della mia ginecologa e per quanto io mi sforzassi di non eccedere con cibi esageratamente calorici era quasi impossibile frenarmi, mai avuta cosi tanta fame in vita mia!
Attività fisica? Pari a zero, se non qualche breve camminata ma rientravo sicuramente nella categoria: sedentarie.
Tra il 5 e il 6 mese di gestazione l’aumento di peso è leggermente rallentato per poi riprendere a pieno ritmo nell’ultimo trimestre.
Al momento del parto pesavo quasi 80kg per 165cm di altezza!! Una condizione che ho odiato e ad aggravare il tutto le mie gambe erano talmente gonfie e piene di liquidi che quasi nessuna delle mie scarpe mi entrava ancora, insomma, non vedevo l’ora di partorire!
Ora voi vi starete giustamente chiedendo cosa mangiavo…ebbene, nulla di troppo diverso dalla mia solita alimentazione ma le dosi, le dosi erano raddoppiate, vi dico solo che 120g di pasta non mi bastavano (quando io sono una da 70g scarsi) e infatti mangiavo anche il secondo, contorno e molti dolci (che in genere non mangio in grandi quantità). Se già normalmente cedo facilmente alle lusinghe dei carboidrati vi lascio immaginare presa dai morsi della fame cosa non mangiavo.
Avrei vissuto di pizza e focaccia, pasta in tutte le salse a pranzo e a cena e chi più ne ha più ne metta.
Bevevo poca acqua, ho sempre avuto questo problema e me lo trascino tutt’ora purtroppo.
Ora, con il senno di poi, ho capito perché la mia alimentazione è stata completamente sbagliata ma lascio a Verdiana il compito di spiegarvi il perché!

Oggi, a sei mesi dal parto, ho perso quasi tutti i kg accumulati ma ovviamente non è assolutamente sufficiente, vorrei infatti tornare ad un peso giusto per la mia conformazione fisica.

La mia alimentazione post parto

Ora seguo un’alimentazione più consapevole: cerco di fare colazioni adeguate e sazianti, a volte mezzo yogurt greco con avena e frutta, a volte porridge (QUI la mia ricetta) con latte vegetale e frutta fresca e secca, a volte fette integrali con marmellata e sempre frutta o spremuta di agrumi. A pranzo cerco di stare leggera: una o due volte a settimana pasta integrale con sugo di verdure, oppure legumi sempre accompagnati da verdure, oppure un formaggio leggero e verdure. A cena mangio molto più spesso proteine e verdure piuttosto che carboidrati, che ormai ho drasticamente ridotto nella mia dieta, senza ovviamente privarmene ma cercando di scegliere cereali integrali e, a volte, senza glutine.
Purtroppo la gravidanza e il taglio cesareo mi hanno lasciato un bel ricordino…un intestino completamente scombussolato e quindi ricorrenti gonfiori addominali, dei quali non ho mai sofferto in vita mia! Potevo inghiottire anche dell’amianto che non avrei avuto il minimo problema a digerirlo in men che non si dica, ma ora ahimè, arrivo a sera che la mia pancia è un bel palloncino!

Se devo fare un bilancio direi che con il senno di poi affronterei la gravidanza in maniera completamente diversa, perché si, è bello mangiare, ma ritrovarsi dopo il parto in un corpo già scombussolato di suo e con l’aggravante dei chili di troppo non è la condizione ideale.
Certo, a tutto c’è rimedio, ma se anziché 18kg io ne avessi presi 9-10 come consigliato da tutti i medici di buon senso, ora sarei molto più in forma e non sarei qui a preoccuparmi di rientrare nei miei jeans di due anni fa 😉


Nelle scorse settimane io e Verdiana vi avevamo chiesto di fare delle domande che vi stavano a cuore riguardo a questo argomento, così da poter ricevere una risposta direttamente da lei, eccole qua!

  1. “Dopo il parto cesareo soffro di gonfiore addominale e se al mattino il problema è lieve, nel corso della giornata peggiora. Ci sono alimenti da evitare e alimenti che invece limitano la formazione di gas intestinali? (domanda mia 😛 non potevo non approfittare di questa occasione!)”
  2. “Ho una bimba di 5 mesi e uno di quasi 3 anni. Con la prima gravidanza non ho dato peso ai kg presi e con la seconda pur avendone presi molti meno, mi trovo comunque a dover smaltire quelli precedenti. Mi piacerebbe imparare a mangiare in modo sano e regolato, perdendo qualche chilo soprattutto ora che pranzo da sola.”
  3. “Io sono in gravidanza, sono entrata nel quinto mese e secondo il mio ginecologo ho già preso qualche chilo in più rispetto a quelli previsti per il periodo. La mia richiesta si basa sulla ricerca di un modo di alimentarmi meglio e non sgarrare troppo.”
  4. “Dopo molto tempo ho deciso di cambiare stile di vita per perdere un po’ di peso, dopo la gravidanza circa 15kg non mi hanno più abbandonata. Sono stata incuriosita dalla dieta del gruppo sanguigno, il mio è A, prevederebbe l’eliminazione totale del frumento e del glutine. Quali rischi corro effettuando questa dieta?”
  5. “Mi trovo qui in compagnia di 6kg post gravidanza che si sono affezionati alle mie cosce ed ai miei fianchi. Nonostante sia stata sempre attenta all’alimentazione e abbia fatto attività fisica adesso mi ritrovo con un metabolismo in letargo…come posso rimediare? In tutte le gravidanze il metabolismo cambia o è il mio che è in sciopero?”
  6. “Io ho fatto un cesareo e ho preso 13/14kg. Me ne mancano ancora 4 per tornare al peso pre-gravidanza ma vorrei perderne altri. Faccio allattamento misto perciò vorrei sapere quando è possibile ricominciare dieta e attività fisica.”
  7. “Già durante le gravidanza è bene adottare misure preventive per non prendere troppo peso? Ho diminuito i carboidrati e quasi eliminato i dolci, è corretto? In caso contrario, quanta pasta e quanti dolci sono concessi?”
  8. “Sono all’ottavo mese di gravidanza, soffro molto di reflusso e bruciore ma essendo anche colite dipendente non so come mangiare e la notte sto sveglia a passeggiare tra tisane e camomille, cosa posso fare per migliorare la situazione?”
  9. “Va bene mangiare ogni giorno (a pranzo) carboidrati? Meglio preferire verdura cotta o cruda? In che quantità?”
  10. “ A 8 mesi dal parto ho ancora 3/4 kg da perdere, tutti concentrati su fianchi e addome, con le classiche “maniglie dell’amore”. E’ normale che nei 9 mesi gran parte dell’adipe si concentri in queste zona? Ci sono alimenti che aiutano da questo punto di vista?”

E le risposte dove sono?? Pazientate ancora un pochino…saranno online domani 😉

Nel frattempo potete andare sul blog e sul profilo IG di Verdiana, dove ci da un sacco di consigli per alimentarci in modo sano e ci propone tanti spunti utili anche per l’alimentazione dei più piccoli.

A prestissimo <3

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply