DIY Lifestyle

Cambio armadio: niente panico!

aprile 20, 2016
IMG_8366
 Lo so, già vi vedo che storcete il naso inorridite da questa cosa immonda: il cambio stagionale degli armadi.

O almeno, quelle di noi che non hanno la fortuna di avere una cabina armadio dove entrano comodamente tutti gli abiti, sia estivi che invernali…direi che siamo in maggioranza ragazze!
Ebbene si. Ci tocca. Niente scene di panico, niente lacrime, niente tentativi di suicidio.
E già che ci siamo, smettiamola di provare quel tanto amato paio di pantaloni che ci stavano da Dio a 18 anni.
No, non ci vanno più bene, è ora di passare oltre.

Ammetto che ho abbozzato una lacrima pensando al lavoro che mi aspettava, ma poi mi sono detta: e se quest’anno facessi le cose per benino? Senza innalzare torri di babele di maglioni, lanciare tutto sul letto (lo so che lo fate anche voi!) e magari piegando bene i vestiti, evitando di incastrarli alla bene e meglio in ogni pertugio?

SI – PUO’ – FAREEEE!

magliette a righe

Ho dato prova di razionalità e mi sono organizzata bene prima di lanciarmi nell’impresa (che come di consueto tocca solo a me), ho acquistato nuove stampelle in legno e sacchetti per sottovuoto da Ikea, tanti sacchetti per proteggere i maglioni (Cuki Living, bellissimi!) e cartoncini antitarme come se piovesse, anche se, detto tra noi, non ho mai visto una tarma in vita mia 😉

Ho capito sin da subito che avrei avuto bisogno di spazio, il che vuol dire una sola cosa: liberarsi del superfluo; e con questo non intendo che sia cosa giusta buttare vestiti che sono ancora in condizioni ottimali, ma piuttosto vendere i pezzi migliori e regalare il resto a chi sicuramente ne farà buon uso.

Io ho 2 armadi, uno grande nella stanza da letto e uno un pochino più piccolo in mansarda, che uso appunto per la stagione non in corso.

Ho iniziato facendo appunto questo, selezionando e dividendo in gruppi le cosa da tenere, vendere o regalare.

In realtà con questo cambio armadi ho tenuto poche cose, in quanto negli ultimi tempi ho fatto parecchi acquisti, per rinnovare un po’ il mio guardaroba. Oddio, quando dico poche intendo ovviamente che ho tenuto tutti i capi basici che continuerò a sfruttare, invece mi sono liberata di quelle cose che so per certo di non voler (o poter!) più indossare, vedi pantaloni talmente stretti che fermano la circolazione o magliette talmente attillate che ci vuole l’addominale della modella di intimissimi.

Che poi io sono una di quelle che terrebbe di tutto e in parte lo faccio, nel senso che conservo alcuni capi, pur sapendo per certo che il loro futuro sarà giacere nei cassetti più profondi del mio armadio, ma sono cose di cui non voglio fare a meno perché mi ricordano situazioni, persone o momenti belli della mia vita…in un certo senso saperli ancora lì mi conforta.

Ho deciso di vendere i capi che non mi vanno più bene su 2 piattaforme: Depop e Shpock, se portate il 37/38 e vestite una S siete le benvenute 😉

Una volta selezionati i capi da tenere, li ho divisi in sottogruppi: pantaloni, maglie e maglioni, cose da appendere.

Ho subito eliminato alcune odiose grucce di ferro della lavanderia, che sformano tutti i vestiti, sostituendole ovviamente con quelle nuove in legno, che sono anche tanto belle da vedere, ed ho subito appeso tutto quello che era da appendere.

Poi mi sono dedicata ad insacchettare tutti i maglioni e le maglie, ricordandomi di inserire in ogni sacchetto un foglietto antitarme che tra l’altro profuma tutti i capi!

Infine ho piegato per bene tutti i pantaloni (si, ne ho riprovati 2 paia degli anni ’90).

Una volta sistemate tutte le cose invernali nell’armadio, mi sono dedicata alle cose “che non metto ma voglio tenere”, ed ho deciso di metterle nei sacchetti da sottovuoto, così avrebbero occupato meno spazio, e così è stato.L’ultimissima cosa a cui mi sono dedicata sono state borse, sciarpe, cappelli e chi più ne ha più ne metta: ho riposto tutto in una scatola rigida, che magicamente entra nell’armadio, così borse e cappelli non si deformeranno!

Una volta terminata la parte invernale ho fatto esattamente la stessa cosa con i capi estivi da mettere dunque nell’armadio della stanza da letto.
Anche qui grande scrematura e vi dirò una cosa: fatelo, perché così avrete molto più spazio, soprattutto nella parte delle cose appese, e non vi ritroverete più con 3/4 capi sovrapposti sulla stessa gruccia, cosa che vi permetterà di avere sott’occhio tutte le vostre bellissime magliette e camicie…finalmente le utilizzerete tutte, senza dimenticarvi di averle ;))

In tutto ho impiegato circa 3 ore, suddivise in 2 pomeriggi, ma ora ho un armadio bello e spazioso, che mi dà quasi la voglia di non incasinarlo subito 😛

Cosa dite? Vi sembra un buon piano di azione?

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply consuelo tognetti aprile 20, 2016 at 7:36 pm

    Ottimi suggerimenti..io ne ho fatto solo metà e mi aspetta la parte più dura..la scrematura 🙁 cercherò di vedere il lato positivo che dopo avrò più spazio ^_^

  • Leave a Reply