Ricette

Ritorno lento…e una torta un po’ retrò

maggio 31, 2014

Non mi sono dimenticata. Non mi sono dimenticata come si fa a fare una torta squisita.
Non mi sono dimenticata l’alchimia. E nemmeno la soddisfazione che si prova a cucinare.
Non mi sono dimenticata di voi.
Chi di voi ha affrontato una ristrutturazione più trasloco potrà capirmi 😉

Sono perdonata, amiche mie?

Torno piano piano, ma torno…con questa ricetta semplice e senza pretese, ma che vi farà apparire pasticcere provette!
Per la base vi rimando a questa ricetta, la mia cioccolatosa preferita in assoluto.
Per guarnire ho deciso di usare la crema chantilly (quella vera eh, panna e zucchero!) e le amarene Fabbri…pronte a tuffare le dita in un vaso pieno di sciroppo rubino?

Cosa serve?

Per la base andate QUI

250gr di panna fresca
50gr di zucchero a velo
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Amarene Fabbri a piacere

Come si fa?

Preparate la torta, che è davvero velocissima, e fatela raffreddare completamente prima di tagliarla in due dischi dello stesso spessore.
Ora la crema Chantilly: montate la panna e quando sarà soda aggiungete gradatamente lo zucchero a velo setacciato, continuando a battere finché la panna non sarà compatta.

Non vi resta che comporre la torta, per me è la fase più divertente e appagante…
Tagliate una quantità di amarene a vostra scelta e disponetele sul primo disco, avendo cura di aggiungere anche un po’ di sciroppo, che manterrà la torta umida e la insaporirà ancora di più, poi coprite con metà della crema chantilly che avete preparato.
Chiudete con il secondo disco di torta, premendo leggermente.
Spalmate la crema restante con l’aiuto di una spatola e disponete altre amarene, questa volta intere.

Conservate la torta in frigorifero e ricordatevi lasciarla a temperatura ambiente una ventina di minuti prima di servirla.
Ça va sans dire, è una di quelle torte che vanno preparate il giorno stesso in cui ve le magnate ;P

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply Rebecka maggio 31, 2014 at 10:33 am

    Retrò e tanto buona….Quelle amarene, quanti ricordi d'infanzia!!!!

  • Reply An Lullaby maggio 31, 2014 at 11:21 am

    Come si fa a non perdonarti con questo dolce strepitoso e con queste foto incantevoli? 🙂 Le amarene sono squisite e bellissime e tu sei riuscita ad evidenziare mooolto bene entrambi gli aspetti 🙂

  • Reply Cucina con Raky maggio 31, 2014 at 2:12 pm

    Torta al cioccolato, panna e amarene… un TRIS perfetto! Perdonata! 🙂
    Buon fine settimana!
    Raky

  • Reply Francesca P. maggio 31, 2014 at 6:29 pm

    Io vorrei tanto avere un barattolo di amarene Fabbri super vintage, quello d'epoca di una volta, hai presente? Che meraviglia… 🙂
    Io ti capisco bene, lo sai… ti aspettano tanti momenti con emozioni di tutti i tipi, sarà un periodo che ti ricorderai per sempre… 🙂

  • Reply consuelo tognetti maggio 31, 2014 at 7:22 pm

    Non ti devi giustificare..il trasloco porta via tempo ed energie..vedrai che poi nella nuova cucina sfornerai una delizia dietro l'altra e le anticipazioni sono già ben auguranti ^_*
    Buon we di relax..spero..

  • Reply Mary maggio 31, 2014 at 8:23 pm

    Anch'io sono in mezzo ai lavori a casa e quindi ti capisco benissimo! Con una torta così, non possiamo che perdonarti cara…è una favola!! Un bacio, Mary

  • Reply Fiocchi di neve e foglie di tè giugno 1, 2014 at 10:22 am

    Spettacolare.
    Le foto poi sono splendide e rendono giustizia a quella che deve essere una golosità unica. Bravissima, è davvero fantastica!:)

  • Leave a Reply